Link
ASSOCIAZIONI
ADERENTI


 

La storia  
 

Teatro Margherita di BariL'A.N.D.E. di Bari, nata nel 1946 ad opera di Maria Romanazzi, si è costituita con rinnovato impegno nel 1980 per iniziativa di Rina Fontana, madrina Beatrice Rangoni Machiavelli allora Segretaria nazionale.

Prima Presidente è stata Marisa Scorcia Loiacono, successivamente la presidenza è stata tenuta da Liliana Caico Spagnolo, da Lidia Memmola Rizzo ed attualmente da Donatella Campagna Macerollo. Impegno prioritario è sempre stato l'informazione politica dei cittadini ed il riconoscimento della posizione giuridica e politica della donna, realizzato attraverso conferenze, corsi di politica per la formazione della coscienza civica delle cittadine, presentazione dei programmi dei partiti e dei candidati alle elezioni, con particolare attenzione alle candidate.

 

Punta Perotti - La saracinescaIl costante impegno ha portato ad una maggiore presenza femminile nelle Giunte (5 donne nella Giunta Comunale, 4 in quella Regionale e 3 alla Provincia). Altrettanto importante è stato l'impegno sul fronte cittadino e regionale, con la presentazione di ricerche sull'inquinamento, sui trasporti cittadini e regionali, sullo stato dell'igiene della città al fine di ottenere un maggiore coinvolgimento delle Autorità nella riorganizzazione dei servizi pubblici.

L'ANDE è stata promotrice nei primi anni '90 del primo Comitato cittadino per l'abbattimento dei palazzi di Punta Perotti nel quale ha profuso il suo particolare impegno la Presidente Liliana Caico Spagnolo.

Negli stessi anni l’ANDE è promotrice del Comitato Athena  e socio fondatore dell'Osservatorio Metropolitano - composto da Convenzione delle Donne di Bari, Italia Nostra, LIPU, Ruota Libera, WWF, Circolo ARCI “La linea d’ombra”- nato per rafforzare la protesta delle Associazioni contro la chiusura del Museo Archeologico e per proposte di miglioramento ambientale e paesaggistico del territorio.

Nel corso degli anni successivi, l’ANDE Bari ha sempre organizzato incontri ed approfondimenti sui temi di maggiore interesse di ordine politico, sociale e più ampiamente europeo.

Tra i temi più significativi  è opportuno ricordare l’interesse dell’Ande fin dall’anno 2000 sul tema dei trasporti    a cui, nella nostra città, è stato dedicato un Convegno nazionale.

Nel 2002 è stato affrontato il tema della Costituzione Europea e l’interessante argomento del Federalismo e dei nuovi Statuti regionali  che si andava appena profilando.

Nel 2002 l’ANDE promuove la costituzione di un Coordinamento delle Associazioni femminili, costituito da AGI,  AIDDA, AMMI, ANDE, CIF, Convenzione delle Donne, Federazione Casalinghe Italiane, FIDAPA, Soroptimist, Zonta, Commissione Pari Opportunità R. Puglia, Consulta regionale, Ufficio provinciale della Consigliera di Parità.

Il Coordinamento è rappresentato dalla Presidente Lidia Memmola Rizzo.

All’interno del Coordinamento si costituisce un gruppo di lavoro formato da esperte giuriste delle varie Associazioni  sul tema della Parità che  interviene nella elaborazione dell'art. 6 dello Statuto Regionale.

Il 2003 ha visto la nostra Associazione impegnata nell’affrontare il caso del teatro Petruzzelli,  senza trascurare i temi etico-politici legati al concetto di parità e democrazia e di etica e libertà dell’informazione.

Nel 2004, il Presidente della Giunta regionale, on. Raffaele Fitto, ci ha parlato del Federalismo e la Puglia: opportunità o rischio”. Abbiamo avuto pure l’onore di ricevere Beatrice Rangoni Machiavelli che, con V. Caputi Jambrenghi e E. Marzo, ci ha parlato di Europa perché”.

Nel 2005 il Coordinamento delle Associazioni femminili ha organizzato la campagna "Vota Donna" per le elezioni amministrative  richiamando l'attenzione dei responsabili delle Istituzioni sulla necessità di una democrazia partecipata.

Dal 2005 l’ANDE fa parte della Consulta Comunale dell’Ambiente, organo consultivo dell’Assessorato all’Ambiente e Sviluppo Sostenibile del Comune di Bari nel quale si impegnano la consigliera Tatina Traversa e Augusta Tota.

Nel 2005 inizia il progetto culturale “La Puglia come laboratorio politico anni ‘60-‘80 che costituirà una scelta costante dell’ANDE Bari per un reale aggiornamento sui temi della Storia e del pensiero.

Il 30 marzo 2005, un importante incontro con Massimo D’Alema su Le donne pugliesi per una democrazia paritaria, nuovo traguardo della Cittadinanza Europea”, ha rafforzato l’impegno della nostra Associazione che già aveva creato in Bari la rete del Coordinamento sul tema comune della parità.

Un altro importante argomento è stato quello della “Riforma della Costituzione”  trattato dai Prof.  L. Volpe e M. Buquicchio.

Il 2006 è stato un anno molto intenso per la scelta di temi quali: “Costituzione e referendum: una scelta per il futuro”, relatore on. Marco Follini; approfondimenti sulle contraddizioni della legge elettorale “Eletti o nominati” della nostra socia, Ordinaria di Diritto Amministrativo, M. Calamo Specchia.

Ma l’impegno maggiore dell’anno ci ha visto, con tutto il Coordinamento delle Associazioni femminili di Bari, protagoniste di un importante Convegno “60 ANNI DA CITTADINE 1946-2006: il lungo cammino della donna verso la parità tra antichi ruoli e nuove identità –famiglia-società-ambiente” tenutosi presso la Sala Consiliare della Provincia di Bari, a cui è seguita la produzione di un volume contenente gli Atti del Convegno  che è stato largamente diffuso sul territorio. Al Convegno ha partecipato la relatrice Beatrice Rangoni Machiavelli con un suo valido contributo.

Il 24 febbraio 2007 l’ANDE di Bari, precorrendo i tempi, ha affrontato il tema “Dignità del vivere, dignità del morire: testamento biologico e terapia del dolore”.

L’Ande-Bari ha partecipato come partner al "Progetto R.E.P." realizzato da ottobre 2007 a giugno 2008 con la Provincia di Bari, le Consigliere di Parità Regionali, la Consulta delle Pari Opportunità Unione Province d’Italia, l’Unione Regionale UIL e la Lega coop.

Un altro argomento importante del 2007 è stato il “Prezzo della Politica” con l’intervento dell’on. F. Belisario e del direttore della Gazzetta del Mezzogiorno G. De Tomaso. Al termine della Conferenza, sulla base del confronto delle idee è stato elaborato il  documento seguente

Il 21 novembre 2007, presso la Sala dell’Acquedotto Pugliese, il Prefetto Dott. C. Schilardi, il Procuratore della Repubblica Dott. E. Marzano ed il Questore di Bari Dott. V. Speranza, hanno affrontato il tema “Sicurezza: una questione di libertà”.

L’interesse dell’ANDE per l’Europa si esprime nell’incontro “L’Europa ha 50 anni: sistemi elettorali e diritti politici” con la partecipazione di Melina De Caro, Stefano Passigli e Pino Pisicchio.

Viene portato avanti il progetto culturale in riferimento al pensiero politico del ‘900. Le interessanti conversazioni sono state tenute, con cadenza quindicinale, dalla prof.ssa F. Milella Bibolotti, nostra socia.

Nel 2008 vengono affrontati temi sociali “La Società ad un bivio: il disagio adolescenziale” tenutesi presso la Sala Consiliare del Comune di Bari.

Nasce il progetto “ANDE Giovani” che si propone di divulgare i principi etico-politici, fondamento della nostra associazione tra le giovani generazioni. Si decide di diffondere il messaggio presso i licei e le scuole superiori e si impegnano in questo lavoro le socie Cecilia Mininni, Teresa Pazienza e Lidia Rizzo.

La prof.ssa Teresa Pazienza cura alcuni temi del “pensiero politico del Novecento” con approfondimenti relativi a Benedetto Croce, Anna Harent, Mounier e Maritain.

La nostra Associazione che da tempo segue le sorti del teatro Petruzzelli ha ritenuto di partecipare al dibattito sulla sua riapertura, inviando al Ministro Sandro Bondi un documento in cui si esprime il forte legame tra la città e la cultura che il teatro stesso rappresenta.

Continua nel 2009 il progetto culturale con le riflessioni sul pensiero politico dal mondo greco ad oggi e, continua pure l’impegno relativo al Progetto Giovani “.

Nell’ambito dei temi politico-economici, la prof.ssa F. Lapecorella, Direttore Generale del Ministero delle Finanze, ha tenuto una conversazione sul “Rispetto delle Regole: equità”.

Un altro momento di approfondimento sui temi economici, molto attuale, è stato quello della giornalista di moda internazionale Mariella Milani, sul tema “La crisi del made in Italy, un patrimonio da difendere”.

Avvicinandosi le scadenze elettorali del 2009, l’attenzione per i temi politici è stata richiamata da un incontro “Dibattito sui Partiti Politici” a cui hanno partecipato l’on. Pino Pisicchio e l’on. Antonio  Distaso.

Insieme ad altre Associazioni Femminili della città si è organizzato un interessante Convegno di approfondimento sul testamento biologico (Di chi è la vita ? Dibattito a più voci sul testamento biologico) al quale hanno partecipato P. Balducci, F. Bruno, F, Boscia e R. Palese. Il convegno si è tenuto presso la Sala Consiliare della Provincia di Bari.